Home Calciomercato Udinese, Zapata: “Sto bene ad Udine, sarei felice di restare qui”

Udinese, Zapata: “Sto bene ad Udine, sarei felice di restare qui”

Udinese Zapata Napoli
Duvan Zapata (fonte foto: lanazione.it)

Udinese Zapata Napoli | L’attaccante colombiano in prestito dagli azzurri vorrebbe restare ad Udine e non tornare in Campania: “Peccato l’Udinese non abbia il diritto di riscatto”

E’ un ottima stagione quella che sta vivendo Duvàn Zapata, attaccante colombiano dell’Udinese ma di proprietà del Napoli. Arrivato nell’estate del 2015 con la formula del prestito oneroso – 7.5 Milioni di euro -, il bomber di Cali classe ’91 ha espresso il dediderio di restare in Friuli e continuare a far esultare i tifosi della Dacia Arena“Io sarei felice di restare a Udine, ma sono in prestito e la società purtroppo non ha diritto di riscatto. Dipende da cosa vuole fare il club, se hanno intenzione di comprarmi io resterei volentieri”.

Parole che sicuramente faranno piacere ai supporters bianconeri, un po’ meno ai tifosi del Napoli che lo hanno coccolato da quando arrivò dall’ Estudiantes nel 2013. D’altro canto, Gigi Delneri, suo allenatore, ha recentemente fatto capire di come sia difficile che Zapata resti anche il prossimo anno: “E’ stato anche convocato in Nazionale, sono contento per lui. Adesso sta giocando bene, ha fatto cose importanti per i suoi compagni di squadra ma può migliorare ancora. Quasi certamente a giugno andrà via, è un attaccante importante”.

L’attaccante colombiano ieri ha sfoderato un’ottima prestazione nella partita vinta per 4-1 contro il Palermo, confessando nel post-partita che “sto vivendo una bella stagione, adesso mi sono sbloccato e sto bene, ho eguagliato il mio record di goal in un campionato e voglio cercare di batterlo. Sono davvero felice”.

Felici tutti, dall’Udinese, che può contare su di lui per questo rush finale di campionato, al Napoli, che se lo ritroverà a giugno per la preparazione estiva, sperando che abbia la stessa voglia di spaccare il mondo che sta mostrando nelle ultime partite.

CONDIVIDI