Home Serie A Crotone “Festina lente”, la lotta per la salvezza è affare per testuggini

“Festina lente”, la lotta per la salvezza è affare per testuggini

Crotone Nicola confermato
Davide Nicola, tecnico del Crotone (fonte foto: zimbio.com)

Lotta salvezza | Media punti bassissima per le squadre invischiate nella lotta retrocessione: solo in Liga una situazione simile alla Serie A

A sei giornate dal termine del campionato la lotta salvezza ha vissuto ieri il suo probabile punto di svolta con l’inaspettata vittoria esterna dell’Empoli ai danni della Fiorentina nel derby toscano. Grazie ai tre punti conquistati gli uomini di Martusciello hanno infatti scavato un solco di 5 punti dal terzultimo Crotone che però, come dimostrato dal punto strappato a Torino, non ha alcuna intenzione di mollare la presa.

UNA SALVEZZA A BASSA QUOTA

Sebbene la classifica non condanni ancora matematicamente Pescara (14) e Palermo (16), toscani e pitagorici appaiono le uniche due pretendenti alla permanenza in Serie A con i rispettivi 26 21 punti in classifica. L’andamento nelle ultime 10 gare delle squadre coinvolte nella lotta salvezza (a cui considereremo iscritto anche il Genoa di Juric nonostante i 9 punti di vantaggio dai calabresi) racconta di una lotta salvezza che ha abbassato notevolmente la sua competitività: per accorgersene basta pensare ai 38 punti conquistati lo scorso anno dalla terzultima Carpi.

Il quadro diventa ancora più chiaro considerando la media punti delle ultime della classe, tutte con un punteggio inferiore a 1: 0,93 per il Genoa, 0,81 per l’Empoli, 0,65 per il Crotone, 0,5 per il Palermo e 0,43 per il Pescara. Tra i cinque maggiori campionati solo la Liga spagnola vive una situazione simile nelle retrovie, con il Leganes (27) in vantaggio di 5 punti sulla terzultima Gijon (22) davanti a Granada (20) e Osasuna (17)

I RISULTATI

Nel corso delle ultime 10 giornate di campionato è stato il Crotone di Davide Nicola la compagine che ha maggiormente creduto in una salvezza fino a quel punto decisamente complicata. I calabresi hanno infatti ottenuto 2 delle loro 5 vittorie complessive in questo ultimo scorcio di campionato sbancando 2-1 il Bentegodi con il Chievo e battendo la scorsa settimana la blasonata Inter allo Scida per un totale di 8 punti. Il pareggio esterno con il Torino ha dimostrato come i ragazzi di Nicola stiano dando tutto, viaggiando forse al di sopra delle proprie capacità tecniche e massimizzando i soli 6 gol messi a segno.

Crollo verticale invece per PescaraPalermoEmpoli Genoa che, nello stesso periodo, hanno totalizzato appena 5 punti con una vittoria a testa subendo rispettivamente 262520 21 reti dagli avversari. Un ruolino di marcia davvero negativo, sopratutto per gli azzurri e i rossoblù che sono improvvisamente precipitati nelle zone basse della classifica: un vero e proprio ribaltone per i liguri, autori di una prima parte di stagione ad altissimi livelli. Ciò che in ogni caso balza all’occhio è la bassissima media punti delle squadre invischiate nella lotta per non retrocedere: al Crotone è bastata la media di 0,8 punti a partita per tornare concretamente a sperare…

IL CALENDARIO

Nelle prossime giornate i giochi, per quanto lenti, dovranno necessariamente decidersi. Il calendario sembra favorire leggermente l’Empoli che, nonostante l’impegno ostico con il Milan (33^) affronterà tra le mura amiche il Sassuolo (34^) e il Bologna (35^) per un doppio confronto che potrebbe assicurare la salvezza sicura prima della trasferta di Cagliari (36^) e della gare con Atalanta (37^) e Palermo(38^).

Gran parte dell’interesse per la zona retrocessione dipenderà dal risultato del Crotone domenica con la Sampdoria: i pitagorici sono obbligati a vincere in trasferta prima di pensare alle restanti gare con MilanPescara (in trasferta), UdineseJuventus (in trasferta) e Lazio. Rischia molto anche il Genoa, che nelle ultime 6 giornate dovrà affrontare JuventusInter Roma cercando di non dilapidare i 9 punti di vantaggio. Palermo Pescara cercheranno invece una vittoria per l’orgoglio (presumibilmente tra le mura amiche) ma la loro retrocessione appare praticamente certa con i due club già all’opera in vista della prossima stagione in B.

IL RUSH FINALE PER LA LOTTA SALVEZZA

(In MAIUSCOLO le gare in trasferta)

CONDIVIDI