Home Serie A Crotone Crotone, Vrenna: “Accordo raggiunto con Nicola, resterà con noi”

Crotone, Vrenna: “Accordo raggiunto con Nicola, resterà con noi”

Vrenna Gazzetta dello Sport

Vrenna Gazzetta dello Sport – Il presidente del Crotone alla rosea:” C’è tanto da fare per la prossima stagione, anche sul mercato”

Hanno raggiunto una salvezza insperata, con una cavalcata finale da favola da raccontare ai più piccini: il Crotone di Davide Nicola è riusciuto nell’impresa di recuperare tanti punti sulle dirette concorrenti e scavalcare l’Empoli nell’ultima giornata di campionato, condannando i toscani al purgatorio della Serie B.

Il presidente dei pitagorici, Gianni Vrenna, è intervenuto ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’: Diciamocela tutta: non mi sembrava che quel Crotone fosse così scarso come qualcuno andava dicendoIn quel momento era una squadra bloccata da troppe cose esterne e tanti pensieri. A loro ho detto di liberare il cervello e di giocare senza assilli. E loro mi hanno ascoltato e visto il risultato dico che avevo ragione io“.

Inizia così l’intervista di Vrenna, prendendosi i meriti del miracolo sportivo appena accaduto in terra calabrese. Il presidente, però, è consapevole che la prossima stagione sarà ancora più complicata: Per la prossima stagione c’è tanto da fare, intanto a giorni proporremo il rinnovo a Nicola e poi con lui, Ursino e mio figlio Raffaele, programmeremo per la nuova stagione. Abbiamo un po’ di cose da ristrutturare come la società e lo staff tecnico. E poi ci sarà il mercato. Con Nicola l’accordo è al 99 per cento“.

I costi di gestione della Serie A sono nettamente superiori per quanto riguarda gli ingaggi dei calciatori, Vrenna lo sa e vuole aprire un ciclo: La Serie A in pratica ci ha prosciugato tutto il ricavato che abbiamo avuto come contributo da parte della Lega. I contratti in A non sono come quelli in B per cui abbiamo dovuto sborsare alla fine una ventina di milioni. Abbiamo vissuto una stagione abbastanza travagliata e nel futuro ci promettiamo di commettere meno errori. Occorre rimanere umili e poi non sarebbe una cattiva idea iniziare un ciclo il più a lungo possibile”

L’obiettivo è quello di ridurre il gap con le altre squadre: Abbiamo già iniziato insieme con altre società cosiddette piccole ed in effetti puntiamo a ridurre il gap in materia di spartizione dei proventi della Lega altrimenti avremo sempre Juve, Roma e Napoli tra le prime tre e sempre le piccole per la retrocessione”

CONDIVIDI