Home Champions League Juventus-Real Madrid 1-4: crollo bianconero nella ripresa, i Blancos fanno dodici

Juventus-Real Madrid 1-4: crollo bianconero nella ripresa, i Blancos fanno dodici

Ronaldo via dal Real
L'esultanza di Cristiano Ronaldo (fonte foto: @ChampionsLeague/Twitter.com)

Pagelle Juventus-Real Madrid – La formazione di Zidane dilaga nel secondo tempo con Casemiro, Ronaldo e Asensio dopo l’1-1 dei primi 45′

Nella splendida cornice del Millennium Stadium di Cardiff, il Real Madrid vince la Champions League battendo per 4-1 la Juventus. Per i Blancos si tratta del 12° successo, il secondo consecutivo: i madrileni sono la prima squadra a vincere per due edizioni consecutive da quando la competizione ha assunto la nuova denominazione; per i bianconeri, settima sconfitta in finale.

LA CRONACA DEL MATCH

L’avvio di gara è nettamente di marca bianconera: la Juventus approccia meglio la partita e si rende subito pericolosa al 7′, con un fendente rasoterra di Pjanic che costringe Navas alla grande parata. Il Real si rimette gradualmente in carreggiata e al 20′ passa in vantaggio: Carvajal sfonda sulla destra e crossa basso per Ronaldo che dal limite dell’area incrocia di piatto destro, imbucando la palla nell’angolino basso alla destra di Buffon. Il vantaggio delle Merengues dura appena 7′; Alex Sandro fa sponda di prima per Higuain, l’argentino appoggia di testa a Mandzukic che con controlla e, spalle alla porta, trova un tiro in rovesciata che scavalca Navas -proteso vanamente in tuffo- e si insacca sotto la traversa. La ripresa si apre in maniera opposta alla prima frazione: è la squadra di Zidane a partire meglio e dopo due tentativi di Modric (54′) e Isco (59′), allo scoccare dell’ora di gioco, i Blancos tornano avanti. A siglare il 2-1 è Casemiro che raccoglie con coraggio un pallone vagante ai 25 metri e di destro, complice una deviazione, batte nuovamente Buffon. La Juventus accusa il colpo e capitola ancora al 64′: Modric si incunea sulla destra e crossa per Ronaldo che irrompe nell’area piccola e di destro fa 3-1. Il doppio colpo è fatale ai bianconeri che di fatti escono dalla gara per quasi 20′ minuti: la gara si trasforma in un monologo blanco, in cui prima Ronaldo e poi Bale hanno la chance di calare il poker. All’82’ un sussulto della Juventus, con Alex Sandro: il brasiliano gira di testa un cross su punizione sfiorando il palo; le residue speranze di rimonta per Madama vengono demolite da Cuadrado, che si fa espellere ingenuamente all’84’ per una reazione (lieve) nei confronti di Sergio Ramos. La partita si chiude definitivamente al 90′, quando Asensio infila con un diagonale mancino il gol del 4-1, che certifica la 12° vittoria del Real Madrid tra Coppa dei Campioni e Champions League.

PAGELLE JUVENTUS-REAL MADRID

Juventus

Buffon 5.5 – In leggero ritardo sul secondo gol, benché la deviazione risulti decisiva

Barzagli 6  – Gara onesta, senza troppe sbavature; bravo a coprire la zona di competenza per le incursioni di Alves (dal 66′ Cuadrado 3 – In venti minuti riesce nella non mirabile impresa di lasciare la sua squadra in dieci)

Bonucci 5.5  – Non è esente da colpe in occasione dei gol del Madrid; in ritardo sul secondo di Ronaldo

Chiellini 5  – Spesso impreciso in uscita di palla, manca la chiusura sul 3-1 del Real

Alex Sandro 6 – Le sue incursioni sono una spina nel fianco per la difesa avversaria; da una sua giocata nasce il pari juventino

Pjanic 6.5 – Tocca a lui dare ordine e qualità alla manovra a centrocampo e lo fa con buon ritmo, specie nel primo tempo (dal 71′ Marchisio 5 – Entra in un momento particolarmente difficile, non riesce a fare molto)

Khedira 5.5  – Costretto anche al lavoro di copertura, il tedesco fatica a tenere il passo di Modric e Kroos

Dani Alves 5.5 – Spinge poco e non riesce ad offrire uno sfogo significativo alla manovra

Dybala 5 – Qualche spunto di qualità nello stretto, soprattutto nel primo tempo; si vede molto poco nella ripresa (dal 78′ Lemina)

Mandzukic 6.5  – Segna un gran gol, a coronamento di 45′ giocati alla grande in entrambe le fasi; fa poco nel secondo tempo, come tutta la squadra

Higuain 5 – Costretto a giocare sempre spalle alla porta, non riesce a far salire la squadra perdendo una gran quantità di palloni

Real Madrid

Navas 6.5 – Pronti via sfodera una gran parata su Pjanic; rivedibile il posizionamento sul gol di Mandzukic

Carvajal 7  – Macina chilometri sull’out destro; fatica a contenere Alex Sandro ma gli restituisce la pariglia con tanto di assist

Varane 6.5  – Preciso e puntuale, sbaglia pochissimo; molto sicuro anche in impostazione

Ramos 6 – Qualche intervento al limite del regolamento puntellano una gara positiva del capitano madridista; unica pecca, il ritardo su Mandzukic in occasione del gol

Marcelo 6  – Molto propositivo ma altrettanto impreciso; secondo tempo meglio del primo, quando trova più spazi

Modric 7.5  – Fa circolare il pallone con grande qualità, dettando sapientemente i tempi di gioco; suo l’assist del 3-1

Casemiro 7.5 – Il gol è (anche) baciato dalla fortuna ma il brasiliano, con la sua efficace interdizione da equilibrio alla squadra e soffoca il gioco juventino

Kroos 6.5  – Meno regia e più interdizione per il tedesco: come Modric, quando la palla passa dai suoi piedi, scorre sempre precisa (dall’89’ Morata sv)

Isco 6.5  – Primo tempo inconsistente, ripresa di altissimo profilo (dall’82’ Asensio 6.5 – Entra e mette il sigillo al successo madrileno); svaria molto, gestendo il pallone in maniera deliziosa

Ronaldo 7.5  – Meno esplosivo di qualche stagione fa ma ancora totalmente decisivo: tocca due palloni buoni e realizza la doppietta che indirizza la finale

Benzema 6.5 – Partita di ‘supporto’ alla manovra, svariando soprattutto ai confini dell’area di rigore (dal 77′ Bale sv)

CONDIVIDI