Home Calciomercato Torino, si spinge per Simeone; idea Mehmedi del Bayer Leverkusen

Torino, si spinge per Simeone; idea Mehmedi del Bayer Leverkusen

Calciomercato Fiorentina
Giovanni Simeone (fonte foto: Genoa CFC Official Facebook)

Calciomercato Torino Simeone Mehmedi – I granata hanno offerto 18 milioni di euro per il classe ’95, che diverrebbe l’acquisto più costoso dell’era Cairo. Il Milan, invece, è su Benassi

A prescindere dalla cessione o meno di Andrea Belotti, il Torino vuole portare Giovanni Simeone all’ombra della Mole. Per farlo, il presidente Urbano Cairo è disposto a spendere fior di milioni anche per battere la concorrenza agguerrita della Fiorentina, da tempo sulle tracce dell’attaccante argentino.

Secondo quanto riportato da ‘La Stampa’, il club granata avrebbe offerto al Genoa ben di 18 milioni di euro complessivi (15 più 3 di bonus) e il cartellino Maxi Lopez. Una cifra di gran lunga superiore ai circa 6 milioni di euro spesi dal club ligure per strapparlo al River Plate.

Se l’affare Simeone non dovesse concretizzarsi, il Toro ha individuato in Duvan Zapata del Napoli, Mbaye Niang del Milan e Diego Falcinelli del Sassuolo le alternative al Cholito. Intanto, secondo quanto riportato da ‘Sky Sport’, il ds Gianluca Petrachi avrebbe effettuato un sondaggio per Admir Mehmedi del Bayer Leverkusen.

Per l’esterno d’attacco svizzero non c’è ancora una vera e propria trattativa tra i due club, ma il Torino spera in un’apertura dei tedeschi. Tuttavia, è molto difficile che le ‘aspirine’ si privino di un giocatore dal pedigree internazionale ad una cifra modesta.

Calciomercato Milan Benassi 

In uscita, secondo quanto riportato da ‘TuttoSport’, il Torino potrebbe privarsi di uno dei suoi gioielli. Il candidato principale è Marco Benassi, valutato 20 milioni di euro e finito nel mirino del Milan. I granata cederebbero volentieri il centrocampista ai rossoneri se, oltre a Gabriel Paletta, e un conguaglio economico arrivasse in Piemonte anche Juraj Kucka.

Per l’italo-argentino non ci sarebbero grossi problemi, visto che il giocatore si accontenterebbe di triennale da 1 milione di euro netto a stagione. Lo slovacco, invece, guadagna ben 2,5 milioni di euro netti l’anno, ma la stima di Sinisa Mihajlovic nei suoi confronti e con la spalmatura dell’ingaggio su un contratto ben oltre l’attuale scadenza nel 2019 potrebbero convincere il giocatore ad accettare il trasferimento.

CONDIVIDI