Home Calciomercato Inter, fari puntati su Mauricio Lemos del Las Palmas: il difensore-regista con...

Inter, fari puntati su Mauricio Lemos del Las Palmas: il difensore-regista con il vizio del gol

Inter su Mauricio Lemos
Mauricio Lemos in azione con la maglia del Las Palmas (www.ronaldocr7.com)

Inter su Mauricio Lemos – L’Inter ha individuato l’obiettivo per la difesa: viene dal Las Palmas ed è il futuro dell’Uruguay

La nuova Inter ha bisogno di trovare stabilità nello scheletro tattico pensato da Spalletti. In difesa c’è aria di rivoluzione: è arrivato Skriniar dalla Samp, mentre in lista di sbarco ci sono sia Murillo che Ranocchia. L’urgenza è, quindi, rappresentata dalla ricerca di un centrale all’altezza degli obiettivi fissati dalla società e del progetto a lungo termine che punta al rinascimento delle sorti nerazzurre. C’è da muoversi in fretta se si vogliono integrare alla perfezione i nuovi acquisti prima dell’inizio delle competizioni.

In cima alla lista dei desideri c’è un nome che magari ai più non dirà tanto, ma che gli addetti ai lavori consigliano a causa delle doti sopra la media. E’ Mauricio Lemos l’uomo scelto che il Ausilio-Sabatini (quest’ultimo lo ha lasciato in eredità ai dirigenti giallorossi) vorrebbe regalare a Luciano Spalletti. Uruguiano classe ’95, Lemos milita dall’inverno 2016 nel Las Palmas, squadra che ha chiuso l’ultima Liga al 14esimo posto.

E nella stagione non certo esaltante dei canari, una delle poche luci l’ha accesa proprio il centrale nato nel nord dell’Uruguay al confine con il Brasile. Come poteva non prendere la dote dei piedi buoni? E’ proprio questa la carratteristica principale di Lemos, oltre all’incredibile lettura in anticipo che va a compensare la naturale macchinosità dovuta al fisico imponente (186 cm per 80 kg). Alla vocazione da regista, che gli ha fatto spesso ricoprire il ruolo di mediano davanti alla difesa (a proposito, è abituato a giocare a 4), il giovane talento abbina la garra tipica dei sudamericani nel francobolossarsi letteralmente all’attaccante da marcare, per seguirlo fino ad asfissiarlo. Altro punto forte di Lemos è il vizio del gol: ben 5 nell’ultima stagione, tutti di testa, anche se il ragazzo ci prova spesso anche su punizione e dalla distanza.

E pensare che la sua carriera poteva lentamente spegnersi, quando a 20 anni passò dal Defensor Sporting (club in cui è cresciuto) al Rubin Kazan. Due paesi diametralmente opposti, l’Uruguay e la Russia, due modi di intendere il calcio agli antipodi. Poi l’opportunità colta al volo del trasferimento alle Canarie in prestito con diritto di riscatto a soli 2,5 milioni.

Un vero affare sia per il Las Palmas che per il giocatore, che adesso sogna di compiere il definitivo salto di qualità. E l’Inter può essere la scelta giusta per una carriera che finalmente sta decollando. Per cederlo, il Las Palmas vuole una cifra che oscilla tra i 10 e i 15 milioni. Ma per quello che è considerato il prossimo pilastro della Celeste, si tratterebbe di soldi ben spesi.

CONDIVIDI