Home Serie B A 90 minuti dalla Serie A: lotta a due tra Lecce e...

A 90 minuti dalla Serie A: lotta a due tra Lecce e Palermo

(fonte foto: palermocalcio.it)

Dopo la promozione del Brescia, matematicamente primo con 67 punti e un’altra partita da disputare, la Serie B si appresta ad assegnare il secondo posto che consentirà di accedere in Serie A senza dover passare attraverso i play-off.

Il campionato 2018-19 si è rivelato davvero avvincente da questo punto di vista, lo stesso Brescia ha dovuto attendere le ultime giornate per poter festeggiare e ora, a 90 minuti dalla fine, si assiste ad una corsa a due, quella tra Lecce e Palermo.

Saranno queste due squadre, dunque, a contendersi l’ultimo posto in “paradiso”, con i giallorossi leggermente avvantaggiati rispetto ai rosanero in quanto hanno un punto in più.

Ovviamente le possibilità di successo di una delle due squadre sono subordinate al risultato della diretta concorrente, solo il Lecce può dire di avere “il destino nelle proprie mani” in quanto, laddove dovesse vincere, potrebbe festeggiare a prescindere dal risultato del Palermo.

Le due partite che decideranno la promozione

Il Lecce ospiterà lo Spezia in un Via del Mare gremito: lo stadio salentino è stato addirittura ampliato nella sua capienza grazie alla riapertura della curva sud e si prevede dunque una grande cornice di pubblico.

Lo Spezia è attualmente in piena zona play-off e certamente non regalerà nulla, anche perché non ha ancora la certezza matematica di potersi giocare questa chance-promozione.

Il Palermo ospiterà invece il Cittadella, squadra che ha appena un punto in meno rispetto allo Spezia e per cui vale quanto detto sulla squadra ligure; non ci sono dubbi, dunque, sul fatto che entrambe le partire saranno sofferte e combattute.

La storia recente di Lecce e Palermo è stata piuttosto diversa, cerchiamo dunque di fare il punto su entrambe le squadre.

Il Lecce, una neopromossa che ha saputo stupire

Il Lecce ha fatto ritorno in Serie B proprio in questa stagione dopo anni di Lega Pro, anni in cui in più di un’occasione ha mancato la promozione in cadetteria davvero di un soffio.

Trattandosi di una neopromossa, dunque, ben pochi avrebbero immaginato che avrebbe potuto concorrere per la Serie A in un modo così competitivo, sia i bookmaker stranieri che quelli italiani, d’altronde, prevedevano delle quote piuttosto alte per la promozione diretta dei giallorossi.

Il Lecce si è tuttavia rivelato una squadra ostica e con un gioco molto frizzante e propositivo, segno evidente del fatto che mister Liverani ha saputo fare un ottimo lavoro con una rosa che non poteva vantare di certo dei nomi altisonanti.

Il Palermo, una squadra da A con alcuni problemi societari

Il Palermo ha invece iniziato questo campionato rientrando tra le principali candidate alla promozione, d’altronde la sua rosa merita senza dubbio altri palcoscenici.

Dopo un inizio più che convincente la squadra siciliana ha subito un calo perdendo diversi punti nel girone di ritorno, ma soprattutto sta vivendo una situazione societaria poco idilliaca di cui gli stessi calciatori non hanno fatto mistero in alcune interviste.

A rendere l’ambiente ancor più torbido c’è stato inoltre l’esonero di mister Stellone a poche giornate dalla fine, sostituito da Delio Rossi: al di là di quali possano essere state le ragioni di questa decisione, è davvero singolare che venga esonerato a poche giornate dalla fine del campionato un allenatore che, con la sua squadra, è in piena zona promozione.

Si deciderà tutto sabato alle 15:00

Non si dovrà attendere molto per scoprire quale sarà l’epilogo del campionato per quel che riguarda la promozione: sabato 11 maggio alle 15:00 Lecce e Palermo giocheranno in modo contemporaneo questa loro sfida a distanza.

A prescindere da quale sarà l’esito finale, è positivo sapere che l’anno prossimo la serie A avrà modo di recuperare una piazza importante e blasonata.

CONDIVIDI