Ennesimo episodio di razzismo: gara interrotta, stangata per il club

Ennesimo episodio di razzismo registrato in uno stadio italiano. Nel corso dell’odierna partita di campionato l’arbitro è stato infatti costretto ad interrompere la partita su richiesta esplicita dei compagni di squadra del giocatore preso di mira dai raccapriccianti ululati razzisti dei tifosi presenti.

Ad un problema come questo bisognerebbe trovare delle contromisure adeguate ma soprattutto rigide, cosa che ad oggi non è stato ancora fatto e che, di conseguenza, mette ora nei guai il club dei supporter resosi di protagonisti di questo spregevole episodio. La federazione prenderà, molto probabilmente, provvedimenti nei confronti della società, che rischia una stangata non indifferente.  

Razzismo Serie C
Altro episodio di razzismo in Italia (LaPresse) – stopandgoal.net

Partita sospesa per razzismo: ecco dove è successo

Quanto successo questa sera ha dell’incredibile, soprattutto considerato il fatto che da anni il movimento calcistico italiano si dedica alle lotte contro il razzismo. Eppure, nonostante questo, nel corso dell’odierna partita di campionato si è registrato l’ennesimo episodio razziale che ha costretto addirittura l’arbitro a prendere delle serie conseguenze.

Il tutto è successo allo stadio Voltini durante Pergolettese-Legnano, dove per l’appunto il direttore di gara Gravini è stato costretto ad interrompere la partita per gli ululati razzisti rivolti dai tifosi di casa contro il giocatore ospite Kévin Tabué intorno al 55esimo minuto. 

A seguito di questo spiacevole episodio gli animi si sono inevitabilmente infuocati, con l’arbitro che ha cercato di riportare la calma sul terreno di gioco prima di decidere di riprendere la partita solo a seguito di un colloquio con i dirigenti delle due squadre. Stando poi a quanto trapelato dalle tribune dello stadio Voltini, Gravini ha addirittura minacciato di sospendere la partita qualora una situazione del genere si fosse riproposta, cosa che per fortuna però non è capitata.

Legnano, Tabué vittima di razzismo: l’episodio

Kévin Tabué è stato vittima di uno spiacevole episodio di razzismo oggi durante Pergolettese-Legnano. Il centrocampista francese dei biancocelesti è stato infatti preso di mira da una serie di insulti da parte dei tifosi della squadra di casa a seguito di un rigore dubbio che l’arbitro Gravini aveva fischiato alla formazione di Massimo Donati.

I supporter della Pergolettese non si sono però limitati a dei semplici ‘buu‘, visto che in occasione del calcio d’angolo seguente nei confronti di Tabué sono addirittura arrivati degli ululati razzisti che hanno portato Gravini a sospendere per il momento la partita. Alla fine questa, come anticipato, è ripresa sul risultato del 2-2, che ha alla fine ha visto uscire vittoriosa, ma solo in campo, proprio la Pergolettese.

Pergolettese-Legnano arbitro razzismo
Pergolettese-Legnano, l’arbitro interrompe il gioco per ululati razzisti contro Tabué (LaPresse) – stopandgoal.net

Pergolettese: possibile stangata per il club

A seguito di quanto successo questo pomeriggio, nei confronti della Pergolettese potrebbe arrivare una pensante stangata da parte della Federazione, volta ovviamente a punire il comportamento dei tifosi della formazione lombarda. La funzione più esemplare, al momento, sarebbe rappresentata dalla chiusura dello stadio Voltini per qualche partita, ma nessuno esclude che possa esserci anche un importante ammenda per il club gialloblù.

Tifosi Pergolettese
Possibile stangata della Federazione alla Pergolettese ed ai suoi tifosi (Instagram) – stopandgoal.net

 

Impostazioni privacy