Arresto in Brasile e accuse gravissime: la condanna

Accuse gravissime, arresto in Brasile per l’ex stella del calcio Mondiale stando a quelle che sono le notizie arrivate in serata.

Di nuovo nei guai e questa volta rischia sul serio, l’ex leggenda del club di Milano che in Serie A ha vissuto una parentesi importante della sua carriera.

Arrestato Ronaldinho – Stopandgoal (La Presse)

Ronaldinho finisce nei guai e le accuse sono gravissime, in merito a quanto accaduto dopo le indagini che sono venute fuori sul Pallone d’Oro 2005.

Ronaldinho in arresto: l’ha combinata grossa

Ronaldinho ancora una volta sotto accusa, l’ex calciatore di Milan e Barcellona – tra le altre – potrebbe finire in prigione secondo quelle che sono le notizie che arrivano dal Brasile e riportate quest’oggi dai colleghi di Tuttomercatoweb.

La vicenda lo porterebbe di fronte alla Commissione Parlamentare della Camera dei Deputati in Brasile, perché i fatti riguardano una truffa con cifre molto salate da parte di Ronaldinho.

Come riportato infatti dalla stampa brasiliana, la 18k Ronaldinho – società tra quelle che ha fondato e gestisce – avrebbe promesso dei guadagni importanti mai arrivati sulle cryptovalute, truffando così i suoi iscritti. Una vicenda che mette ora nei guai lo stesso Ronaldinho, che aveva già avuto problemi con la giustizia.

Cryptovalute, la truffa di Ronaldinho: arresto in Brasile

Arresto in Brasile per Ronaldinho, non finirà diversamente questa volta per l’ex stella del calcio brasiliano e Mondiale. Secondo quanto riferito dai media, Ronaldinho avrebbe promesso agli iscritti della 18k Ronaldinho, che investivano appunto in cryptovalute, un 2% di profitto netto. La condizione, il deposito minimo di 30 dollari nelle stesse cryptovalute.

Una truffa bella e buona, che adesso passerà in Tribunale e condannerà quasi senza dubbio, lo stesso Ronaldinho a diversi mesi di reclusione.

Arresto per Ronaldinho, truffa in cryptovalute – Stopandgoal (La Presse)

Brasile, Ronaldinho “portato con la forza” in carcere: la vicenda

Nelle intenzioni del Tribunale, che emetterà sentenza sui fatti che riguardano Ronaldinho e la sua truffa in cryptovalute, l’intenzione di portarlo con la forza a Brasilia. In questo momento il campione Mondiale non si trova a Brasilia, dove verrebbe arrestato. Il Pubblico Ministero brasiliano ritiene che Ronaldinho sia coinvolto totalmente nella truffa e si spinge verso la sua spedizione in galera, con richiesta al Tribunale. La sua difesa assicura che lo stesso Ronaldinho sia vittima della stessa azienda che ha commesso la frode in quanto, l’ex calciatore brasiliano, sia solo l’ambasciatore della Ronaldinho 18k. E inoltre, la difesa di Ronaldinho chiede un risarcimento di oltre 60-70 milioni.

Ronaldinho, truffa in cryptovalute – Stopandgoal (La Presse)
Impostazioni privacy