Massimo Mauro, la promessa a Gianluca Vialli: il toccante retroscena

Massimo Mauro torna a parlare del malore accusato mentre giocava a padel: ad aiutarlo una promessa fatta a Gianluca Vialli

Per Massimo Mauro il peggio sembra essere finalmente passato. Il malore che lo ha colpito durante una partita di padel ha fatto preoccupare tutti, ma l’ex centrocampista ha ormai superato la fase peggiore e sta recuperando le forze. È lo stesso Mauro, intervistato dal Corriere della Sera, ad aggiornare tifosi e appassionati sulle proprie condizioni, riuscendo anche a scherzarci su.

Massimo Mauro dopo il malore
Massimo Mauro torna a parlare dopo l’infarto (ANSA) – stopandgoal.net

Ciro Ferrara, in chat, mi ha scritto: ‘per una volta non sei stato lento’. Mi ha preso in giro, come fa sempre, e mi ha strappato un sorriso, il primo dopo questa grande paura”. Mauro ha anche raccontato di cosa sia accaduto.Ciro ha ragione, ma la vita non è come un campo da calcio. Non essere qui a raccontare non sarebbe stato giusto, devo fare ancora tante cose, una in particolare. Sono un uomo fortunato“.

Mauro e la promessa a Vialli: “Voglio continuare il nostro lavoro per la ricerca”

Merito anche, secondo l’ex Juventus e Napoli, di una promessa fatta tempo fa all’amico Gianluca Vialli, scomparso il 6 gennaio dopo una lunga battaglia contro un tumore al pancreas diagnosticatogli nel 2017: Voglio continuare a lavorare per favorire la ricerca sulla SLA. È l’eredità che Vialli mi ha lasciato, lo facevamo insieme. Quando finalmente troveranno il farmaco che consentirà di guarire, allora potrò chiedere a Gianluca se lì ha bisogno di un’ala destra”.

L’ex calciatore ha anche ammesso di aver apprezzato non poco le manifestazioni di affetto nei suoi confronti. Un pensiero in più alla sua salute, a quello che e fa e che, da oggi, farà ancora per prevenire ulteriori episodi simili: Faccio controlli regolarmente, negli ultimi tempi anche più frequentemente. Da quando ho perso mia sorella per un cancro all’intestino mi sono inserito in uno screening, ho avuto il Covid e mi sono trovato con una brutta polmonite, avevo il colesterolo alto e andavo dal cardiologo. Mi sarei aspettato tutto, tranne che un infarto. Ma forse era scritto così“.

Massimo Mauro, intervista dopo l'infarto
Massimo Mauro parla dopo l’infarto: “Ho fatto una promessa a Vialli” (ANSA) – stopandgoal.net

Un pensiero va anche a quei momenti drammatici: “Ho sentito un fortissimo dolore al petto, mi sono fermato perché non riuscivo a respirare. Volevo solo passasse in fretta, non pensavo ad altro. Il mio amico invece è stato velocissimo, ha subito chiamato aiuto. Cinque minuti dopo essere arrivato in ospedale ero già in sala operatoria” ha ricordato Mauro, sostenendo anche di aver pensato a famiglia ed amici e soprattutto alla Fondazione che aveva con Vialli

Ma potrà continuare a giocare? Mauro è stato colpito da infarto perché “l’arteria era totalmente ostruita. Sarò riconoscente ai medici che mi hanno salvato. Forse sarà meglio riprendere col golf, alla mia età è più adatto!

Impostazioni privacy