Mourinho distrutto: attacco a sorpresa da Sabatini

Walter Sabatini, noto direttore sportivo italiano, ha dato il suo severo giudizio sull’operato di José Mourinho sulla panchina della Roma.

Inizio di stagione tutt’altro che brillante per la Roma. I giallorossi sono la squadra delusione di queste prime tre settimane di campionato, visto che hanno racimolato un solo pareggio e due sconfitte consecutive.

Mourinho criticato da Sabatini
Mourinho sotto la lente di ingrandimento (Ansa) – Stopandgoal.net

Squadra scarica, ancora non pronta atleticamente e anche un pizzico sfortunata. José Mourinho per la prima volta da quando è l’allenatore della Roma è messo in discussione, visto che rispetto alle rivali per la zona alta della classifica non sembra essere stato in grado di preparare i suoi al debutto stagionale.

In questi giorni sono arrivate critiche piuttosto feroci e severe a Mourinho, soprattutto dai suoi detrattori storici. Come Pietro Lo Monaco, ex dirigente del Catania con cui battibeccò già ai tempi dell’Inter. Quest’ultimo lo ha addirittura definito “un asino per quanto concerne il lavoro sul campo, un vero problema per la Roma”.

Un altro grande dirigente del calcio italiano ha voluto dare il suo giudizio. Walter Sabatini, intervenuto ai microfoni di TV Play, non è stato meno intransigente nel commentare il momento della sua ex squadra, la Roma.

Sabatini: “Su Mourinho non contraddico Lo Monaco. Questa Roma non ha gioco”

Walter Sabatini, attualmente privo di legami con alcuna società calcistica, ha detto la sua facendo intendere di non apprezzare troppo il lavoro di Mourinho. “Non posso dire che Mourinho sia un problema, ma non contraddico ciò che ha detto Lo Monaco. Magari porterà i risultati a casa, ma c’è qualcosa di vero nel giudizio”.

sabatini mourinho
Walter Sabatini critica i concetti calcistici di Mourinho (Ansa) – Stopandgoal.net

L’ex direttore sportivo giallorosso ha sempre ammesso di essere ancora legato alla Roma, forse il club più importante in cui ha potuto lavorare ed esprimere le sue idee calcistiche. Per questo ci tiene a parlare della delicata situazione: “Alla Roma manca gioco, mancano linee di passaggio e idee. Bisogna lavorare ancora tanto. Con Lukaku avranno una proliferazione di soluzioni offensive, ma serve lavorare bene in settimana”.

Di fondo c’è una piena differenza tra quelle che sono le idee calcistiche di Walter Sabatini e le espressioni di gioco di José Mourinho. Il dirigente toscano ha sempre amato il bel calcio e gli allenatori rivoluzionari, mentre lo Special One è un personaggio che bada alla concretezza ed al risultato.

Sabatini è stato ingaggiato come D.S. della Roma durante la gestione di James Pallotta come presidente. Dal 2011 al 2017 ha ricoperto questo ruolo chiave, portando in giallorosso numerosi talenti e futuri campioni. Basti pensare ai nomi di Pjanic, Strootman, Marquinhos, Rudiger, Paredes, Salah, Dzeko e molti altri.

Impostazioni privacy