Home Serie A Empoli Palermo, Fulignati chiede scusa all’Empoli: “Ho fatto il mio dovere, ma il...

Palermo, Fulignati chiede scusa all’Empoli: “Ho fatto il mio dovere, ma il mio cuore non voleva”

Fulignati messaggio Instagram
Andrea Fulignati (fonte foto www.zimbio.com)

Fulignati messaggio Instagram – Empolese e tifoso dell’Empoli, in cui è cresciuto calcisticamente, Fulignati ha espresso dispiacere e solidarietà per la retrocessione degli azzurri

Che il calcio sia strano non lo si scopre oggi. Talvolta, però, oltre a essere strano è anche spietato e beffardo, specie quando gioca con i sentimenti di tifosi e protagonisti. Il giorno dopo la sorprendente retrocessione dell’Empoli, la delusione nel popolo azzurro è tanta e difficile da smaltire. Ci vorrà del tempo, dicono i più saggi, per metabolizzare un tonfo così inaspettato e fulmineo. Ma il calcio sa sempre dare altre opportunità a chi lo vive, e la struttura societaria dell’Empoli dev’essere il primo passo per la risalita.

I toscani erano obbligati a vincere ieri sul campo del già retrocesso Palermo, ma i rosanero hanno onorato al massimo il campionato riuscendo ad avere la meglio sulla squadra di Martusciello. Uno spot per il calcio che sommato alla vittoria del Crotone sulla Lazio hanno spento la piazza empolese. Tra le fila del Palermo c’è chi si unisce al dispiacere dell’Empoli. Andrea Fulignati, estremo difensore dei siciliani, cresciuto nell’Empoli per cui fa il tifo, quasi come a volersi giustificare, ha pubblicato un lungo post su Instagram in cui ha espresso le sue sensazioni:

A volte si sa il destino è beffardo!! Mi ha messo davanti ad una situazione che a inizio anno quando sono usciti i calendari pensavo e speravo sarebbe stata diversa….. Pensavo che ci saremmo potuti giocare la salvezza magari all’ultima con l’Empoli e che sarebbe stato difficile ma bello per me…invece paradossalmente lo è stato forse di più!! Per noi ieri non c’era niente più da dire e niente più da mettere in campo se non la nostra professionalità e i nostri valori che poi alla lunga si sa che fanno la differenza!! Noi eravamo già retrocessi e l’Empoli si giocava la vita o la morte…Le tante malelingue avevano già dato sentenze che però sono state smentite dal campo!! Ho fatto quello che dovevo,ho fatto quello per cui sono pagato ed ho anche fatto quello che il mio cuore non voleva 😔!! Durante la partita mi dicevo che sarebbe successo,che in qualche modo l’Empoli si sarebbe salvato ed era il cuore a suggerirmelo anche se sapevo che io avrei avuto un ruolo importante in questo….. Così non è stato ed ho avuto,ed ho tutt’ora un sansazione di rammarico perché ho passato tanti anni dietro a quella società soprattutto da tifoso e non si scordano con una partita al di là dell’importanza di essa!! Auguro a tutti il popolo Azzurro il meglio…succederà ancora molto probabilmente di ritrovarsi contro in futuro e sarà sempre così perché nel lavoro molto spesso bisogna anteporre la professionalità al cuore!! Ed oggi più che mai per tutte le emozioni che ho provato mi sento orgoglioso di essere Empolese 💙💗🖤 #serieatim #seriea #palermocalcio #palermo #empoli #empolifc1920

Un post condiviso da Andrea Fulignati (@fuls94) in data:

 

CONDIVIDI