Home Prima Pagina Parma, Lucarelli: “Mi piacerebbe continuare a giocare. E su Donnarumma…”

Parma, Lucarelli: “Mi piacerebbe continuare a giocare. E su Donnarumma…”

Dichiarazioni Lucarelli Parma
Lucarelli (fonte foto: Fc Parma Official Facebook)

Dichiarazioni Lucarelli Parma – Il capitano dei ducali ha rilasciato importanti dichiarazioni sul suo futuro: smette o continua a giocare?

Un vero capitano non abbandona mai la sua nave. Alessandro Lucarelli ne è la prova vivente: quando nel 2015 il Parma è stato condannato a ripartire dalla Serie D, lui – all’epoca 38enne – ha scelto di continuare a lottare con (e per) i colori gialloblù. E ieri i suoi sacrifici sono stati ripagati: i ducali hanno compiuto il salto il Serie B dopo la promozione, durante la scorsa estate, in Lega Pro. Sarà dunque finalmente appagato Lucarelli? No, almeno non totalmente.

Già, perché il capitano del Parma, che spegnerà 40 candeline a fine luglio, non ha ancora deciso se smettere o meno con il calcio giocato. Intervistato da Radio Anch’io Sport, il difensore ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

“Due anni fa mi sono posto l’obiettivo che abbiamo raggiunto. E ora ci manca l’ultimo passo per portare il Parma dove gli compete. Non so se continuare a giocare, in realtà mi piacerebbe ma mi sono preso qualche giorno per riflettere, insieme alla società. Potrei continuare da dirigente, sarebbe come ripartire da zero, dovrei imparare una nuova mansione e non sarebbe difficile se affiancato dai dirigenti del Parma. La cosa più importante era era tornare in B: ci sono tante società di blasone in Lega Pro che non riescono a salire pur spendendo tanto”.

Una bandiera come lui è più che un esempio per i giovani che si avvicinano al calcio. Un modello che va in direzione ostinata e contraria rispetto al caso Donnarumma. Questo il pensiero di Lucarelli sulla questione del portiere rossonero:

“Quando ci sono separazioni così traumatiche, significa che ci sono stati tanti errori da entrambi le parti. E’ un giovane di grande talento, avrebbe potuto guadagnare tanto anche al Milan. Quanto accaduto tra il ragazzo e il Milan dispiace, gente come me crede ancora alle bandiere ma il calcio di oggi dice l’opposto. Tutto quello che oggi lascia in disparte l’aspetto sentimentale”.

CONDIVIDI