Home Lega Pro Como, niente Lega Pro: i lariani ripartiranno dalla Serie D o dalla...

Como, niente Lega Pro: i lariani ripartiranno dalla Serie D o dalla Terza Categoria

Fallimento Como
Lo stadio Sinigaglia di Como (fonte foto: Como Calcio/Facebook.com)

Fallimento Como – La società lombarda è sull’orlo del baratro: ‘Lady’ Essien ha presentato la domanda d’affiliazione alla FIGC ma non ha pagato il bonifico

L’avvento della moglie di Michael Essien aveva portato tanta speranza e fiducia nei tifosi e negli addetti ai lavori del Como. Tuttavia, dopo aver acquistato il club all’asta fallimentare per 237.000 euro e presentato il nuovo tecnico Mark Iuliano, l’imprenditrice anglo-ghanese non ha saldato gli stipendi arretrati e non ha presentato il bonifico utile per l’affiliazione alla FIGC con allegata la fideiussione di 350mila euro per l’iscrizione.

Scaduta la ‘deadline’ fissata a ieri, al momento l’unica certezza dei lariani è data dall’impossibilità di poter disputare il prossimo campionato di Lega Pro. Ora la speranza di tutti è rivolta al 12 luglio prossimo, ultimo giorno utile per l’iscrizione in Serie D, previa la richiesta di affiliazione accompagnata da un versamento di 11mila euro per l’iscrizione più una fideiussione bancaria di 31mila euro.

Qualora la Federazione non dovesse dare parere favorevole, ecco allora che per la società con 110 anni di storia si spalancherebbe il baratro della Terza Categoria. Uno scenario tutt’altro che impossibile, visti i tempi stretti e l’assenza di interlocutori con cui dovrebbero interfacciarsi gli eventuali nuovi acquirenti. Akosua Puni Essien, infatti, attualmente è data in Africa e nessuno del gruppo italiano che doveva gestire l’FC Como ha risposto al telefono in questi giorni così difficili per il futuro del club lombardo.

CONDIVIDI