Home Serie A Inter Inter, la lista degli esuberi

Inter, la lista degli esuberi

Cessioni Inter
Andrea Ranocchia (fonte foto: F.C. Internazionale Milano Official Facebook)

Cessioni Inter – La dirigenza dell’Inter ha bisogno di sfoltire la rosa dei nerazzurri: ecco gli esuberi che non fanno parte del progetto

L’entusiasmo sulla sponda nerazzurra del Naviglio stenta a decollare, percorrendo in maniera direttamente proporzionale il mercato in entrata dell’Inter. Sì, perché se da una parte c’è il Milan che fa man bassa di nuovi acqiusti (e che acquisti!), dall’altra c’è una società stretta dalla dura legge del Fair Play Finanziario.

Sono soltando tre, finora, i calciatori arrivati dal calciomercato estivo: Skriniar, Borja Valero e Colidio, un difensore , un centrocampista e un giovanissimo attaccante. Ma di obiettivi ce ne sono a iosa, partendo da Schick fino ad arrivare a Vidal, facendo una sosta sulla corsia mancini di difesa, con Dalbert in pole. Il sogno si chiama Di Maria, considerato il probabile arrivo a Parigi di Neymar, ma la trattativa palesa più di una difficoltà.

Un’urgenza dell’Inter è sicuramente sfoltire la rosa, alleggerendola dei tanti esuberi che da tempo non fanno parte del progetto nerazzurro. E attentzione al Chelsea: il club di Antonio Conte è piombato su Antonio Candreva. Ecco il quadro completo sui giocatori nerazzurro in lista di sbarco.

Yuto Nagatomo

Il giapponese è ormai ai titoli di coda e la pessima prestazione nella sfida con lo Schalke 04 in Cina ha confermato la rottura tra il calciatore e la società. I tifosi non vogliono sentir parlare del giapponese, nonostante la volontà del giocatore sia quella di giocarsi ancora una volta le sue chance in nerazzurro. A quanto pare, il terzino potrebbe rientrare nell’affare Schick e quindi trasferirsi alla Samp.

Stevan Jovetic

E’ diventato un vero e proprio peso per l’Inter. L’attaccante vorrebbe tornare lì dove ha fatto bene durante il periodo di prestito nella scorsa stagione, vale a dire a Siviglia. Ma la richiesta di Suning (13 milioni) è ritenuta troppo alta dagli andalusi, che in queste ore hanno subito il sorpasso dei francesi dell’Olympique Marsiglia. La trattativa che porterebbe il montenegrino in Francia, sembra ben avviata.

Jonathan Biabiany

Niente da fare, per l’ala francese il tempo in nerazzurro è scaduto. Il suo valore di mercato pari a 4 milioni resta comunque un potenziale buon gruzzoletto, sulle sue tracce ci sono sia la Sampdoria che il Genoa. Insomma, comunque vada, il futuro di Biabiany sembra essere sotto la Lanterna.

Davide Santon

Il suo rapporto con l’Inte è una lunga storia di odio e amore. Nato e cresciuto con i colori nerazzurri, il laterale basso è alla sua seconda esperienza all’Inter, dopo la cessione a titolo definitivo al Newcastle United. Nell’inverno 2015 è stato fortemente voluto da Roberto Mancini, ma le sue apparizioni sono diventate, via via, sempre più rare. Sembrerebbe probabile un suo ritorno in Premier League, dove il Crystal Palace ha manifestato un discreto interesse, ma non è da escludere la pista italiana che lo vedrebbe approdare alla Sampdoria nell’ambito dell’operazione Schick.

Andrea Ranocchia

Nella storia recente del calcio italiano, è difficile riscontrare un caso come quello di Andrea Ranocchia. Da quando fu insignito della fascia di capitano, dopo il ritiro di Javier Zanetti, la sua carriera è incredibilmente entrata in un calderone di decadimento. Ma il centrale è riuscito a mettersi di nuovo in mostra con la maglia dell’Hull City, in Premier League, dimostrando grande forza mentale nonostante le difficoltà di ambientamento oltremanica. In un primo momento, sembrava che nel suo futuro potessero esserci ancora destinazioni inglesi. Poi l’affare Schick, con la Sampdoria che già in passato ha puntato su Ranocchia, potrebbe riportarlo in blucerchiato.

CONDIVIDI