Home Prima Pagina Quando il pallone incontra le tre corde: il wrestling e la finestra...

Quando il pallone incontra le tre corde: il wrestling e la finestra sul calcio

Calcio e wrestling
Mauro Icardi accoglie Sheamus e Sasha Banks a San Siro (fonte: WWE & FC Internazionale)

Calcio e wrestling, due realtà apparentemente lontane eppure molto vicine. L’eco del pallone raggiunge anche l’America, dove il soccer è ormai uno sport familiare ai più. E in molti, fra i lottatori della WWE in particolare, non hanno mai fatto mistero della propria passione per il calcio, così come tanti giocatori hanno esternato l’amore per lo sport-intrattenimento più famoso al mondo.

Quante volte non avete trovato la spiegazione dietro la particolare esultanza di un calciatore dopo un goal? Vi rallegrerà sapere che molte di queste sono ispirate proprio al mondo del pro wrestling e ai suoi più famosi esponenti. Calciatori come Piá, Miccoli Vucinic hanno più volte reso omaggio ai propri beniamini del ring imitandone le taunt, i gesti distintivi.

Durante loro tour in giro per il mondo, difficilmente i lottatori perdono l’occasione di poter visitare stadi e centri sportivi delle proprie società preferite. Se wrestler come Neville sono particolarmente legati alla rappresentativa della propria città, c’è anche chi, come l’attuale RAW Tag Team Champion Sheamus, guarda oltre la nativa Dublino: “Agli inizi degli anni ’90 seguivo il calcio italiano, e fu allora che iniziai a tifare la Sampdoria. Quella era una squadra molto tecnica, affascinante, di un altro livello. C’erano Vialli e Mancini e poi c’era Attilio Lombardo: era un calciatore che mi dava l’idea di essere un vero eroe in mezzo al campo. Un giorno però vorrei venire a Genova, vedere una partita dei blucerchiati”.

La grande passione per la lotta può raggiungere poi livelli così estremi da spingere un calciatore a lasciare il campo in erba in favore del ring. E’ ciò che è accaduto a Tim Wiese, ex portiere del Werder Brema e della Nazionale Tedesca, che ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo in favore degli stivali da wrestler. Dopo il debutto, però, il 35enne ha deciso di vestire nuovamente i guantoni ed è attualmente in forza al Dillingen.

CONDIVIDI